Tabacchiera in porcellana di Capodimonte, circa 1750 | Lukacs & Donath
LUKACS & DONATH ANTICHITÀ DI GIAMPAOLO LUKACS VIA V. VENETO 183 - 00187 ROMA TEL. +39 06 482 1824
15982
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-15982,cookies-not-set,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

Tabacchiera in porcellana di Capodimonte, circa 1750

Categoria
Porcellane / Porcelain
Tipologia
Napoli
Caratteristiche

La tabacchiera è realizzata in porcellana bianca è lavorata con un motivo a trapunta su tutte le facce. Il piede è leggermente rientrante come in altre tabacchiere di questo periodo. Il coperchio è lievemente bombato mentre la superficie dei lati è rientrante. La montatura è in rame dorato anche detto princisbecco. Il fondo e le pareti interne sono dipinte in oro e nel verso del coperchio è dipinta la figura di una regina avvolta in un manto porpora bordato d’ermellino mentre riempie una coppetta da un elaborato versatoio decorato con un tritone, un vaso simile compare anche su un’altra tabacchiera di Capodimonte conservata al Metropolitan Museum of Art, New York. La pittura finemente punteggiata simile alle miniature è tipica della maniera di Giovanni Caselli (1698-1752) primo pittore della manifattura partenopea a cui si può attribuire questo manufatto con certa sicurezza. 

Manifattura: Capodimonte, Napoli

Epoca: 1750 circa

Dimensioni: h. 4 cm x l. 6.5 cm

Condizioni: qualche restauro alla montatura in princisbecco

Confronti: per altre tabacchiere bianche con decoro in rilievo si veda: B. Beuchamp-Markowsky, Boites en Porcelaine des Manufactures européenes au 18e siècle, 1985, fig. 491 p. 535; A. Caròla-Perrotti, Le Porcellane dei Borbone di Napoli: Capodimonte e la Real Fabbrica Ferdinandea, 1986, scheda n. 180 p. 238. Sovrane Fragilità le Fabbriche Reali di Capodimonte e di Napoli, a cura di P. Giusti,  2007, p. 113.